questione di prospettiva

Adolescenti VS adulti: lo smartphone

di Serena Mazzoni

Ragazzo. Oh, finalmente oggi esco dopo una mattinata orribile a scuola. Non ho voglia di vedere nessuno, se non i miei amici, non ho voglia di ascoltare le domande e i problemi di nessuno, se non quelli di chi mi sento di ascoltare e a cui voglio rispondere.  Meno male che ho il telefono per evitare sguardi e chiacchiere con mia madre, così fra un like su Instagram, una foto, una canzone, arriva l’ora che attendevo per uscire di casa e andare a fare un giro con le mie amiche. Ecco, appena fuori di casa mi accorgo che …ops, batteria scarica!

Adulto. Oggi la vedo che è successo qualcosa, con quello sguardo preoccupato ed assente che evita ogni domanda… incredibile quanto mi fa preoccupare quando fa così, la sento distante, sempre con quel telefono…Però mi sembra contenta di uscire un po’ e non posso non esserlo anch’io, spero solo di non dover fare i salti mortali per sentirla sull’orario di rientro. La chiamo e puntualmente non risponde, così si attiva come un allarme nella mia mente, già inizio ad agitarmi fingendo di essere totalmente calma… mi farà impazzire a forza di non rispondere alle mie chiamate!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...