frammenti di pensieri

Mal Passo

di Anonimo del Sublime

E tu sei lì, bello più che mai,
ti osservo dall’alto del camposanto,
con l’aiuto dell’Ulivo che mi tiene
fondendo le sue radici alle mie lacrime.
Volgo lo sguardo a te, che ti stagli,
fendendo il cielo con la tua imponenza,
che squarci il mio animo con la tua maestosità,
mi chiami.
Circondato da un caldo abbraccio salato,
abitato da Sirene e Stelle, troppo luminose
che furono affogate nelle acque e che mai
si spegneranno.
Vorrei vivere nei tuoi anfratti,
rifugiandomi impaurita tra la tua roccia
che, bagnata dai raggi del sole,
si scalda.
Eppure resto, ancorata all’Ulivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...