NNLC Notte Nazionale del Liceo Classico, video

Il pensiero greco tra natura e cultura – Democrito e Dario II

Ecco il secondo video dello spettacolo di teatro filosofico: vi proponiamo qui la scena in cui sono protagonisti il filosofo Democrito e il sovrano di Persia Dario II. Per saperne di più potete leggere gli articoli già pubblicati sulla serata del 17 Gennaio 2020 o sul laboratorio di teatro filosofico, in particolare quello scritto da Marialuce Lombardini.

Vi auguriamo nuovamente buona visione!

fantasie ecologiche, NNLC Notte Nazionale del Liceo Classico, video

Laboratorio d’inglese NNLC 2020 “There is pleasure in the pathless woods” – Video

Questo è il sesto anno in cui, in occasione della Notte Nazionale del Liceo Classico, gli studenti del liceo classico Repetti e i docenti di lingua inglese si cimentano in attività di recitazione, lettura e accompagnamento musicale di brani tratti da opere di letteratura inglese, secondo il tema proposto dalla serata.

Quest’anno, secondo l’argomento scelto, “OIKOS: Il mondo, la nostra casa” il laboratorio è stato intitolato “There is pleasure in the pathless woods” (alla lettera “C’è piacere nei boschi senza sentieri”), alternando brani di narrativa o poesia che facessero emergere le molteplici prospettive di lettura del complesso rapporto tra uomo e ambiente.

Soprattutto coloro che seguono la NNLC da ormai 6 anni, hanno potuto notare – o noteranno rivedendo lo spettacolo nel video che qui viene pubblicato – come l’allestimento del laboratorio si sia progressivamente affinato ed arricchito, sia per la quantità di pezzi proposti sia per la qualità della loro presentazione, quest’anno in particolare grazie alla collaborazione artistica degli ex alunni Jacopo Marconi e Rachele Valentini, che hanno messo in scena e musicato il copione ideato dalla professoressa Luciana Tomassi.

Ecco tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione dell’attività.

ATTORI/ATTRICI (in ordine di apparizione):

Emma Landucci (IIIA): Emma

Alexey Savchuk (IIA): Alex

Giancarlo Santini (IIA): Robinson Crusoe

Silvia Cordiviola (IIIA): William Wordsworth

Federica Sorrentino (IIIA): George Gordon Byron

Giulia Lagomarsini (IIIB) e Matteo Redi (IIA): Mrs and Mr Andrews del dipinto Coniugi Andrews di Thomas Gainsborough

Rebecca Peselli (IIIB): William Turner

Aurora Cerrito (IA): The Wanderer above a sea of fog del dipinto di Caspar David Friedrich.

Aliboni Costanza (IIIA), Irene Lucetti (IIA), Camilla Sanguineti (IA): l’antico marinaio della ballata The Rime of the Ancient Mariner di Samuel Taylor Coleridge.

Rebecca Dell’Amico (IIIA): William Blake

Alessio Del Frate (IB): Charles Dickens

Zoe Stroobant (IA): Marlowe di Heart of Darkness di J. Conrad.

TECNICO DEL SUONO: Giorgia Lazzarini (IIA)

SOGGETTO E SCENEGGIATURA: professoressa Luciana Tomassi

REGIA: Jacopo Marconi

MUSICHE: Rachele Valentini

MONTAGGIO VIDEO: Giulia Lustri

RINGRAZIAMENTI PER LA COLLABORAZIONE: alla Prof.ssa Cristina Dernini e agli alunni Sara Bui (IIA), Giada Bernabè, Alice Spadoni e Pietro Pugnana (IIIA).

                                                          COPYRIGHT  17 GENNAIO 2020

Sala di una biblioteca, libri sugli scaffali e quadri alle pareti. Due studenti del Repetti si trovano a sistemare gli scaffali come attività di PCTO, ex alternanza scuola-lavoro. Durante la loro permanenza in biblioteca, spolverano vecchi volumi di letteratura inglese, li passano da una mano all’altra, li soppesano  e, considerando la quantità di carta necessaria per dar vita a quei volumi, cominciano a discutere di ecologia,  al momento  convinti  che  la pubblicazione dei libri in formato digitale sia una grande opportunità per la salvaguardia dell’ambiente.  

Sul muro dirimpetto il pubblico sono appesi i quadri di Gainsbourough, Friederich e Turner, sotto di loro, nella stessa posizione del quadro, si trovano Mr e Mrs Andrews, il Wanderer girato di spalle e il pittore Turner con in mano tavolozza e pennelli. Dietro ad alcuni banchi rovesciati, schermati da libri/cartine/ oggetti da biblioteca siedono i poeti, scrittori e personaggi che “usciranno” dai libri(banchi) e finito il loro pezzo, si risiederanno.     

Buona visione dello spettacolo!

E grazie a Giulia Lustri, ex alunna, per il montaggio del video.

A breve pubblicheremo i vari estratti del copione con le traduzioni in italiano dei testi, realizzate proprio dai ragazzi. Continuate a seguire il blog…

articoli, NNLC Notte Nazionale del Liceo Classico, video

Gabbani supeREX, Lodovica…Queen

di Ginevra Carassali

Il 17 Gennaio, durante la Notte Nazionale del Liceo Classico 2020, Lodovica Lazzerini, ex alunna e giovane cantautrice, ha fatto al Repetti e a tutti i presenti all’evento un regalo speciale: oltre ad aver collaborato con la band d’istituto nel momento musicale della serata, ha cantato dal vivo un inciso dal suo nuovo singolo “Maglia dei Queen”, oggi disponibile sugli store digitali. Rispetto al precedente singolo “La fine di Guernica” – di cui potete leggere una recensione anche qui nel nostro blog – il messaggio della canzone è più leggero, ma non superficiale perché si tratta di una canzone d’amore non tradizionale.

Leggiamo insieme il testo, ricordando che Lodovica è una ragazza di appena 19 anni…

Menomale che non mi ricordo, sono in spiaggia e tu sei il mare mosso

Come quando mi dicevi che eri perso e ti sentivi più diverso di qualsiasi posto

Menomale che poi viene agosto che poi il tempo mette tutto a posto 

Io ti cerco nelle onde, nei concerti sulla sabbia, sotto il cielo ma ti trovi qua

In una pessima giornata 

In una notte tempestosa

O come Insigne cerca Callejon 

O Come Motta suona il suo cajon 

In una pessima giornata 

In una notte senza scuse 

In una notte senza di te

Maledettamente fuori strada

Maledetto anche questo long island 

Dove affogo quell’ansia

Che è il mio cane da guardia

Maledetti i tuoi jeans

La tua maglia dei Queen 

La tua bocca che manca, la voce che si alza, io scappo e ti trovo qua

E tu hai anche smesso di pensarmi, cerco i tuoi occhi, me ne accorgo che mi guardi, fingi di no ma lo sai che è troppo tardi, che si vede da lontano che mi manchi 

Fra la nebbia, i tuoi occhi  scuri come il nero di seppia, dai scappiamo via che il nostro cuore si affretta che ogni volta che mi guardi la mia voce si si si si si ferma

L’uscita ufficiale è stata lo scorso 31 gennaio, una data un po’ insolita innanzitutto per il fatto che si tratta di una canzone tipicamente estiva, ma soprattutto perché nei mesi di gennaio e febbraio tutti gli addetti ai lavori del mondo della musica sono concentrati sull’attesa per il Festival di Sanremo e poi sulla gara, dando voce nei media alle canzoni di giovani e big che superano la dura selezione.

Siamo certi che quando questa bufera sarà passata, con l’avvicinarsi dell’estate, questo nuovo singolo di Lodovica dal ritmo indie pop troverà lo spazio che merita nelle classifiche degli artisti emergenti: il ritornello risulta orecchiabile, il messaggio del testo molto chiaro, il tema di fondo, l’amore, attuale. Basti pensare a “Viceversa” di Francesco Gabbani, di cui anche Lodovica è grande supporter. Coincidenze strane: tutti e due ex studenti del Repetti, tutti e due scrivono canzoni, tutti e due, lei cantautrice in erba, lui cantautore ormai affermato a livello internazionale, hanno deciso di cominciare l’anno musicale 2020 con un testo che parla d’amore.

Proprio oggi che pubblichiamo questo articolo (tempismo perfetto) Francesco festeggia il Gabba Capodanno, l’uscita del suo nuovo album dal titolo “Viceversa”, così come il brano presentato al 70° Festival di Sanremo, secondo classificato, ma per noi “partigiani dentro al cuore” vincitore assoluto. E non abbiamo sostenuto il Gabba soltanto nelle recenti serate di maratone in tv. Il nostro sostegno per Francesco non si era fatto attendere quando nel novembre 2015 superò le selezioni per le Nuove Proposte a Sanremo: il liceo, ancora prima della consacrazione di “Amen” con la vittoria del febbraio 2016, organizzò in suo onore una coreografia in palestra sulle note di quello che sarebbe stato il primo grande successo. Ecco il video!

Per non parlare poi dello straordinario 2017 di Francesco e dei festeggiamenti al Repetti dopo il suo bis con “Occidentali’s Karma”, prima classificata a Sanremo e record di visualizzazioni su You Tube, come documenta una puntata speciale dedicata a Gabbani dal programma televisivo Mattino Cinque. Guardate!

Il video in cui gli studenti del Repetti festeggiano Francesco Gabbani

Come non ricordare poi l’incontro tra Lodovica e Francesco: giugno 2016, lei, ancora adolescente, vincitrice del concorso “Il foglio bianco” nella sezione canzone, premiata proprio da lui, reduce dal primo successo sanremese e dunque premiato a sua volta dall’Associazione degli ex studenti come SupeRex dell’anno. Nihil est magnum somnianti recitava la targa per Francesco…nulla di più vero!

Insomma, auguriamo a Lodovica di diventare una vera e propria queen della musica italiana. E al Gabba diciamo: con “Viceversa” ci hai dato conferma della tua straordinaria arte, per cui rimarrai il nostro SupeRex (super ex e rex!) preferito. Sei preparato al bagno di folla di domani in Piazza Alberica?

NNLC Notte Nazionale del Liceo Classico, video

Il pensiero greco tra natura e cultura – Diogene

Ecco il primo dei due video dello spettacolo di teatro filosofico: vi proponiamo qui la scena in cui è protagonista il filosofo Diogene di Sinope. Per saperne di più potete leggere gli articoli già pubblicati sulla serata del 17 Gennaio 2020 o sul laboratorio di teatro filosofico, in particolare quello scritto da Marialuce Lombardini. Buona visione!

articoli, NNLC Notte Nazionale del Liceo Classico, video

Nuova vita al Laboratorio di Fisica

di Alessio Del Frate, Maria Maggiani e Angelica Palma

Nell’ambito della attività P.C.T.O. per l’organizzazione della Notte Nazionale del Liceo Classico 2020 tutti i docenti di matematica e fisica del liceo Repetti hanno collaborato, coordinati dalla Prof. Danella Della Pina, al ripristino del Laboratorio di Fisica, da anni trascurato, guidando un gruppo di ragazzi eterogeneo, sia del corso A che del corso B del liceo; ha collaborato anche la Prof. Federica Poli, docente di Storia dell’Arte, responsabile P.C.T.O. Il successo dell’iniziativa è dovuto certamente alla disponibilità e alla collaborazione sia da parte degli insegnanti che da parte degli studenti. L’esperienza è stata formativa ed interessante sotto molti punti di vista: gli insegnanti infatti ci hanno spiegato il funzionamento di tutti gli strumenti, davvero utili, alcuni dei quali molto belli, e questo ha reso il lavoro meno faticoso. Obiettivo del progetto è stato poter mostrare anche al pubblico nella serata della NNLC i numerosi materiali di cui il laboratorio gode.

Il grande vano che lo ospita è stato prima svuotato degli strumenti, che sono stati puliti e restaurati; per ciascuno di essi poi sono state prodotte delle schede. L’aula è stata meticolosamente pulita, i mobili sono stati ripuliti ed oliati con il fattivo contributo degli studenti. Il lavoro è stato piuttosto lungo, ci sono volute svariate settimane in cui si sono alternati momenti piacevoli a momenti di duro lavoro, ma pensiamo che ne sia valsa la pena; crediamo che sia un laboratorio molto affascinante e consigliamo caldamente di visitarlo.

Ecco qui due gallerie di immagini che documentano l’eccezionale risultato del lavoro svolto: nella prima potete osservare come si presentava l’aula all’inizio dell’a.s., mentre nella seconda sono chiaramente visibili gli strumenti durante la fase di trasporto per la pulizia e nella fase di ricollocazione all’interno degli armadi, anch’essi meticolosamente puliti, come la strumentazione, dagli studenti che insieme a noi hanno partecipato all’attività.

Se volete vedere i video con le immagini di tutte le fasi dell’attività cliccate qui sotto.

Buona visione!!

https://drive.google.com/file/d/1xpW-yDyYdnLwp3HjEtfmZlKV3ieWNQrl/view?usp=sharing

https://drive.google.com/file/d/1UYS8wzdfxhVIZ9clG-yyQUQVHv6sksOD/view?usp=sharing