articoli

Un soffio di magia

di Benedetta Parodi

Suona la campanella delle 10,00…nel corridoio della scuola si iniziano a vedere finti “dei” che cercano di risistemarsi qualche ciuffo o fare migliorie ai loro oggetti per far risaltare il proprio potere. Ma non c’è solo questa frenesia: nessuno riesce a immaginare che trasformazioni si stiano verificando all’interno di ogni classe. Come vere e proprie scatole magiche le aule ospitano esperti truccatori e parrucchieri che riescono a dare vita ai personaggi più disparati. Viene finalmente acceso il microfono e la voce del rappresentante d’istituto dice quel SIAMO PRONTI PER INIZIARE, atteso con trepidazione. Le porte si aprono per magia, trasportate da un soffio di vento, escono i concorrenti che come buoni condottieri cercano di tenere alta la fama della propria classe.

Partendo dai nuovi arrivati al liceo si sono esibiti i “Viceversa” di IV A che hanno fatto un omaggio con la loro sfilata alla canzone di Francesco Gabbani, ex alunno del Repetti, mentre la IVB, compatta, ha messo in scena il video gioco di Super Mario, accompagnata dal vivo dal suono del sassofono; sono sfilati i buoni (Mario, Luigi, Peach e Daisy), i cattivi (Wario, Waluigi, Bowser), i neutrali e i Toad. La scelta della V B ginnasio è ricaduta su un nutrito gruppo di divinità, con una rilettura in chiave moderna: infatti si trattava più che di un Olimpo di un Trasholimpo. Ogni ragazzo del gruppo con un proprio abito e accessorio (dalla mela alla più bella, all’alloro, all’arco, alla cetra…chi più ne ha più ne metta) hanno dato vita alle icone dell’Olimpo greco: chissà se gli stessi Greci avrebbero apprezzato! C’erano Zeus, Poseidone, Eros, Dioniso, Apollo, Ares, Era, Atena, Afrodite, Artemide, Persefone e Eris, un pantheon molto rappresentativo…

La V A si è invece ispirata all’attualità e al mondo dello spettacolo con il recente Festival di Sanremo. Uno dei personaggi più discussi della kermesse, Achille Lauro, ha riscosso grandi applausi dal pubblico, per il coraggio nell’imitazione e per il trucco, curato nei minimi dettagli. Allo stesso modo Bugo e Morgan hanno fatto rivivere quel momento di litigio tra i due, camuffato in parte dalla musica.

Passando ad una scelta di carattere storico con “Good morning, Vietnam” Gianluca Panzera e Leonardo Marselli di III B hanno dato vita ad un momento in stile cinematografico. Ironica invece la recitazione di un gruppo di alunni di III A: il cast del programma tv “Uomini e donne” di Maria de Filippi, con la padrona di casa, l’opinionista Tina Cipollari, un tronista ed alcune corteggiatrici, la cui spontaneità e leggerezza hanno dato quasi l’impressione di essere nello studio di Cinecittà durante un acceso “dibattito”.

In ogni Carnevale che si rispetti però non possono mancare i personaggi dedicati a fiabe e cartoni animati, classici e moderni. In questo caso Patrick (Irene Lucetti) e Spongebob (Sara Bui) ci hanno fatto fare un tuffo negli abissi della nostra infanzia, ballando sulle note della sigla e in mezzo ad una nuvola di bolle di sapone; Cappuccetto Rosso (Riccardo Musetti) e la nonna (Giulio Simonelli) sono stati attori di una chiave più tranquilla e meno violenta della storia, con lancio di caramelle finale.

Non meno d’effetto il gruppo misto di “Pulp fiction” (Mirko Vario, Matteo Lugeri, Alessia Paffici e Gianluca Biggi) con il celebre balletto tra John Travolta ed Uma Thurman.

Alla fine, dopo grandi attese, esitazioni ed applausometri, si è svolta la finalissima a 6 tra: “Good Morning, Vietnam”, “Spongebob e Patrick”, “Sanremo”, “Uomini e Donne”, “Pulp fiction”, “TrashOlimpo”.

La giuria, composta dalla Prof.ssa Silvia Barbieri, dalla Sig.ra Rita Bertagna e dagli alunni Alice Caleo (I B liceo) ed Edoardo Rossi (II A liceo), ha assegnato ben quattro premi:

Miglior attore Gianluca Panzera in “Good Morning, Vietnam”

Miglior costume trash “Sanremo”

Miglior scena “Pulp fiction”

Miglior costume “Spongebob e Patrick”

Il Carnevale è una guerra pacifista, si combatte per la vittoria ma in fondo siamo tutti alleati.

articoli

Spirito natalizio

di Filippo Fiaschi

Il 23 dicembre 2019 si è tenuta la terza assemblea d’istituto del nostro liceo. In occasione dell’assemblea, animata da spirito natalizio, è stata organizzata una gara musicale a cui hanno partecipato quattro solisti e due coppie per ottenere la vittoria. Durante l’assemblea sono anche intervenuti alcuni ex studenti, in particolare Davide Bacigalupi, diplomato con 100/100 e lode nel luglio 2019 ed ora studente della prestigiosa Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna.

Veniamo alla gara. Il primo a partecipare è stato Luca Sorrentino, di III B, cantando “Congiunzione astrale” di Nek, ottenendo con la performance un posto in finale.

A seguire è stata la volta di un duo della V B ginnasio: la voce di Fabio Baldelli era accompagnata dalla chitarra di Pietro Baldoni; sulle note di “Poesia senza veli” di Ultimo, con simpatia e grinta hanno fatto cantare tutta la platea.

Come terza concorrente si è esibita Beatrice Caffaz, sempre di V B, già vincitrice della gara musicale a fine a.s. 2018/2019; Beatrice ha suonato con la sua chitarra un pezzo molto recente, “Dance Monkey” di Tones and I, il brano più trasmesso quest’inverno dalle radio italiane; grazie alle sue abilità canore ha ottenuto anche lei il posto nella finalissima.

La quarta concorrente, Benedetta Parodi di V A, ha suonato al pianoforte “Hallelujah”, colonna sonora del celebre cartone animato Shrek.

Terzo finalista Nicola Macchiarini di II B che, insieme alla professoressa Ceccon, ha coinvolto tutto il liceo cantando e suonando un pezzo storico degli anni Ottanta, “Last Christmas” di George Michael, quando il compianto artista faceva parte degli Wham!.

Come ultime concorrenti le alunne di I B, Alice Caleo e Serena Lucchesini, che hanno scelto per la loro esibizione “Perfect”, famosa canzone di Ed Sheeran.

I tre finalisti si sono poi sfidati nuovamente con canzoni diverse: ad avere la meglio, è stato Nicola Macchiarini con “Redemption Song” di Bob Marley, al secondo posto Beatrice Caffaz con “Not fair” di Lily Allen, al terzo posto Luca Sorrentino con “A modo tuo” nella versione di Elisa.

Un particolare ringraziamento a tutti i partecipanti, all’organizzatore della gara Rodolfo Bianchini e alla giuria composta dai ragazzi di II B: Matteo Lugeri, Natalia Vinchesi, Riccardo Musetti e Cosimo Zucchini.

articoli

La gara dei quartini

di Filippo Fiaschi

Giovedì 28 novembre 2019 si è tenuta la seconda assemblea d’istituto dell’a.s. 2019/2020 nel nostro liceo. L’assemblea è stata organizzata in due momenti: nel primo abbiamo incontrato Jacopo Marconi, un ex studente del Repetti, da qualche anno attore e regista; nel secondo si sono sfidate le quarte ginnasio in diversi ambiti.

Jacopo ha intrattenuto le classi parlando del suo lavoro, della vita da attore, di teatro ma soprattutto di un’opera a lui molto cara: Medea. Molte classi hanno infatti avuto l’opportunità di vedere la rappresentazione teatrale da lui diretta ed interpretata da altri ex studenti e studenti attuali del liceo.
Prima di salutarci ha raccolto le nostre opinioni sul teatro ed impressioni sull’opera.
Successivamente i “nuovi arrivati” si sono confrontati su tre prove per portare alla vittoria le rispettive classi: cultura generale, scenetta realizzata dagli studenti, freestyle.

In sintesi la prima prova consisteva in un quiz che spaziava tra diverse materie di studio e a cui partecipavano sette ragazzi per ogni classe. Nella seconda prova poi la maggior parte degli alunni di ciascuna classe ha contribuito alla preparazione e messa in scena di una piccola scenetta con tema libero. Mentre la IV B ha presentato uno spettacolo riguardante lo studio di latino con due ragazzi che vengono ripetutamente interrotti dallo squillare e dalle notifiche dello smartphone, la IV A ha presentato una rivisitazione in chiave moderna dell’opera Medea. Infine l’ultimo step: sei ragazzi, sostenendo la gara di freestyle, hanno dovuto mostrare le proprie abilità nell’improvvisazione.

Alla fine dei giochi la gara è stata vinta dalla IV A, ma sono stati premiati alcuni alunni di entrambe le classi: Cristian Menconi e Caterina Raffaele di IV B hanno vinto la fascia di “Mister Quartino” e “Miss Quartina”, Gianluca Biggi e Maria Modenese di IV A hanno invece ottenuto la fascia come migliori attori.

Un particolare ringraziamento all’ospite Jacopo Marconi, all’organizzatore e rappresentante d’istituto Rodolfo Bianchini, al fotografo Giacomo Bianchini ed ai giudici.