recensioni

“Terre selvagge”, recensione

di Federico Nicodemi

Il romanzo “Terre selvagge” di Sebastiano Vassalli è un romanzo storico ambientato durante le guerre tra Cimbri e Romani. Il testo è molto scorrevole e piacevole nella lettura, ma secondo me, per comprenderlo appieno, bisogna avere una conoscenza minima del latino e della storia romana. All’inizio di ogni capitolo vi è una descrizione del luogo dove si svolgeranno i fatti, che, a mio parere, fa perdere il filo del discorso rendendo tutto più macchinoso…poi pian piano la narrazione ritorna al suo equilibrio. L’autore utilizza molti riferimenti storici e non manca mai di farlo notare al lettore, fornendo molte informazioni sui più svariati argomenti.

Consiglio sicuramente questo libro a chi è appassionato di storia antica; per chi non lo è comunque la vicenda risulta molto avvincente e consente di scoprire molte curiosità storiche. Inoltre ho molto apprezzato la considerazione finale dell’autore, decisamente attuale: “…l’Europa potrà tornare a essere il centro del mondo se riuscirà ad accordare tra loro le molte sue anime, come si accordano gli strumenti di un’orchestra perché suonino insieme una sola musica.”

classici e moderni dall'infanzia all'adolescenza, recensioni

“We are family”, recensione

di Federico Nicodemi

Il libro che mi ha sorpreso ed interessato maggiormente è “We are family” di Fabio Bartolomei. Lo consiglierei ad un mio coetaneo perché è un testo ottimo per un ragazzo della mia età perché può essere letto scorrevolmente anche se uno non è un grande lettore. Comunque può essere letto anche da una persona più adulta. Questo romanzo affronta temi importanti come la povertà, la morte, la discriminazione in maniera molto leggera e spensierata, proprio come li vedrebbe un bambino. Per concludere questo libro mi è piaciuto molto e non mi ha mai annoiato dalla prima all’ultima riga.