Comunicazioni, NNLC Notte Nazionale del Liceo Classico

NNLC 2021: la VII edizione a maggio!

https://iltirreno.gelocal.it/massa/cronaca/2021/01/21/news/notte-nazionale-del-liceo-classico-si-fara-a-maggio-1.39801588

https://www.lanazione.it/massa-carrara/cronaca/notte-nazionale-del-liceo-classico-il-virus-non-ferma-il-repetti-1.5934646

https://www.lagazzettadimassaecarrara.it/cultura/2021/01/notte-nazionale-del-liceo-classico-vii-edizione-la-cultura-classica-non-si-ferma-davanti-alla-pandemia/

Promoted Post

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

il giornalino

Finalmente nel 2021…ecco il primo numero del giornalino Anno XII!

La redazione di Pov’ri fanti è lieta di pubblicare online il giornalino del Repetti, Anno XII numero 1; troverete una veste grafica rinnovata all’insegna del colore, resoconti sulle esperienze didattiche di questi mesi, alcune recensioni e soprattutto la consueta intervista doppia ed i famosi Ipse dixit, affiancati da una nuova rubrica Largo al buonumore ispirata alla pandemia che stiamo vivendo. A questo proposito non poteva mancare anche uno spazio riservato al dibattito presenza vs distanza; scoprite da soli il contenuto, non vogliamo anticiparvi troppo… Copertina e retrocopertina sono dedicati con profonda commozione alla Prof.ssa Daniela Donnini, come anticipato nella presentazione della redazione. Buona lettura!

Se preferite sfogliare il giornalino cliccate qui!

https://flipbookpdf.net/web/site/d307f584f5aa506c63409ffc5a3b65cb792db65e202101.pdf.html

riflessioni

Chi siamo noi

di Benedetta Parodi

Ma chi siamo noi? Questa è una domanda apparentemente semplice, che però in questo periodo è risultata causa di numerose contraddizioni ed opinioni diverse.

Siamo le macchie di un mondo che vuole cancellarci, levandoci con un solo gesto la nostra gioventù. Proprio quella che oramai è stata inglobata dalla tecnologia, prima un’amica, ora ciò che ci consente di aprirci uno spiraglio di normalità. Siamo le ombre di persone, che spavalde vivono solo l’attimo, calpestandoci, e non pensando al futuro di altri, senza sapere però che le ombre nella seconda parte della vita diventeranno più lunghe, toccando ciò che loro stessi non potranno. Ombre con la voglia di scoprire, dove ogni anno che passa non è un peso, ma serve per spronarci ad andare avanti.

Siamo i colpevoli innocenti di un male più grande di noi, che piano piano ci sta logorando, facendoci alzare ogni mattina, pensando non più a ciò che vorremmo fare, ma a ciò che eravamo. Un ricordo che infatti è troppo vicino per sentirne la nostalgia, ma troppo lontano per sfiorarlo solo un’altra volta.

Siamo i testimoni di una situazione che solo noi sapremo raccontare; vissuta da ragazzi graffiati dalla menzogna e rinchiusi tra il carcere delle proprie mura di casa, da dove vedevano sempre di più svanire la propria quotidianità, quasi come una tempesta dove si vedono le nuvole correre veloci senza mai fermarsi. Quella vita che fino a due giorni fa governavamo con una mano, come padroni del mondo, e che rendevamo alla nostra portata con un solo schiocco di dita, ora sembra un miraggio, che ogni volta che ci si è vicino, subito svanisce.

Siamo anche quella lacrima carica di dolore e tristezza che ogni volta cerchiamo di trattenere ed asciugare per evitare che scendendo riapra ferite che non sapremmo più come ricucire.

Questi siamo noi, splendidi puzzle carichi di vita ed emozioni a cui piano piano stanno togliendo il bordo. Spero che il mondo riesca a riscoprirli dentro una stanza buia e a valorizzarli, facendoli tornare al loro aspetto migliore.

frammenti di pensieri

Attimi

di Anonimo del Sublime

Arriva un nuovo anno, 
Eppure non mi pare cambiato nulla, 
Passa simbolicamente un anno 
Ma tutto quello che ci lasciamo dietro 
In un vortice d’emozioni resta. 
Le parole dette qualche istante prima  
Non saranno cancellate dall’arrivo  
Né le azioni verranno modificate o dimenticate.
Cambia l’anno ma la vita resta la stessa 
Da affrontare,  
Con le sue avventure e pericoli, 
Continuiamo incerti a navigare  
Ci destreggiamo tra bugie e sincerità,  
Uccidiamo le paure e ci crogioliamo nella spensieratezza. 
Un altro anno è arrivato, 
Il mio corpo resta intatto e  
La mente, castello diroccato, ferma  
S'appoggia alle radici della ragione. 
Nulla è cambiato da un momento all’altro  
Ma quanto vorrei che fosse accaduto, 
Anche qualcosa di piccolo  
Che mi facesse spalancare gli occhi  
Come da tanto non accade.  
Sciocca la mia mente s’è fatta imbrogliare  
Sperava in un cambiamento, 
Rapita dai suoni forti 
Concerto festoso  
Che suonava negli anfratti delle città. 
Gli occhi sognatori  
Sanno ricordare  
Quei bellissimi fiori nel cielo alti  
Che di stupore addormentavano i pensieri. 
Sapevano, quelle luci,  
Colmare le mancanze e  
Fermare tutto per qualche secondo 
Tutti piccoli bambini  
Che rapiti guardano il cielo.  
Un nuovo anno è arrivato  
Preceduto da uno e seguito da un altro, 
Curiosa mi chiedo ogni momento  
Dove sarò nel futuro, 
Ridendo spaventata di come   
Qualsiasi cosa appena pensata  
Sia già figlia del passato.  
il giornalino

La redazione di Pov’ri fanti si rinnova

Abbiamo aspettato scaramanticamente il 2021 per presentare la nuova redazione del giornalino Pov’ri fanti che si è andata pian piano ricomponendo nell’autunno di questo nuovo anno scolastico partito all’insegna del distanziamento e dell’incertezza.

Quest’anno i componenti sono: Rodolfo Bianchini, classe III B liceo, rappresentante di istituto nel precedente anno scolastico, autore di articoli sul blog, vicedirettore; alla guida della redazione, al posto di Matteo Redi, Eleonora Barattini, classe III B liceo, forte di una straordinaria esperienza di studio in Cina, bruscamente interrotta nel febbraio scorso dalla pandemia; Alessia Paffici, classe III B liceo, altra “quota rosa” che va ad affiancare i due redattori alla loro seconda partecipazione, Matteo Lugeri e Alessia D’Amico, sempre della classe III B liceo, che hanno deciso di dare nuovamente il loro prezioso contributo; infine la più giovane del gruppo, Benedetta Parodi, della classe I A: sarà soprattutto lei a dover fare tesoro del lavoro di quest’anno e a trasmettere il testimone quando tutti gli altri si saranno diplomati nell’estate 2021…

Vogliamo dedicare il numero in lavorazione di Pov’ri fanti alla Prof.ssa Daniela Donnini, prematuramente scomparsa, amata insegnante di scienze motorie e sportive in servizio dall’a.s. 2010/2011 presso il nostro liceo, di cui è stata anche studentessa.

A breve la pubblicazione.

frammenti di pensieri

La sera di Natale

di Benedetta Parodi

 È arrivato il Natale
 finalmente…..meno male!
 E tra feste e tradizioni
 ci scambiamo strenne e doni.
 Nella casa addobbata
 che abbia inizio la parata
 col via vai dei parenti
 che si abbracciano contenti.
 Sulla tavola imbandita  
 questo sì, con gran fatica,
 tutti pronti per mangiare
 il cenone di Natale,
 e tra un pandoro e un panettone
 non può mancare il torrone  
 un bicchiere di vin santo  
 con cui ha inizio un bel canto.
 Poi quasi per magia  
 cala lenta l’allegria  
 e ad uno ad uno i commensali
 si adagiano sui guanciali  
 di un comodo divano
 dove scivolano piano piano…
 Il silenzio viene rotto  
 tutto ad un tratto da un gran botto
 “chi vuol fare una tombolata?”.
 È la zia tutta agitata.
 Tra cartelle e tombolini
 sono pronti grandi e piccini
 ma nel bel mezzo dell’estrazione,
 c’è chi per troppa concitazione  
 grida già: “ ho fatto io!”
 “il terno è mio !”
 Mamma mia che confusione  
 a rileggere il cartellone  
 tutti attenti ai numerelli  
 per capire se son quelli.
 Si conclude così la serata
 tra un bicchiere e una risata,
 aspettando l’Epifania
 che ogni festa si porta via.
 
 
Calendario dell’Avvento 24 Dicembre 2020 – Καλά Χριστούγεννα

frammenti di pensieri

Albero

di Anonimo del Sublime

Nel bosco senza timore
la bambina andava
pura nel cuore
non sentiva la paura
dei pericoli che la circondavano.
Del lupo non aveva timore
né dell'alto albero
che da tempo si staglia secolare,
sa che lui la protegge
con la sua folta chioma
cela la sua presenza a chiunque e
con i forti rami garantisce
un appiglio sicuro per il divertimento.
Non la intimorisce
quel grosso fusto scuro
pieno di nodi e stranezze,
ci si accascia sopra a riposare e
delle radici sporgenti
ha fatto corde da saltare.
Per sempre tornerà ai piedi
del vecchio albero
che continua a stare
al centro del bosco.
Calendario dell’Avvento 23 Dicembre 2020
frammenti di pensieri

Presente

di Anonimo del Sublime

Cos’è quest’odore?
l’aria s’è intrisa di sorrisi
quasi non riconosco
quello che era il mondo.
Tutto s’è fermato
per una manciata di regali
e una montagna di biscotti.
Cos’ha tutto questo di così speciale?
sorride la gente
anche chi non ha motivo di farlo,
tutti festeggiano e
questa ricorrenza è ormai abitudine.
Dolce frenesia per le vie
persone piene di doni tra le braccia,
musiche risuonano in ogni viuzza ed
è subito la felicità in ognuno.

Calendario dell’Avvento 22 Dicembre 2020 – δῶρον 
frammenti di pensieri

Nostalgia

di Benedetta Parodi

 Se mi immergo nei miei pensieri
 il mio oggi diventa ieri,
 quando allegri giravamo
 e tranquilli vivevamo.
 Oggi la sorte ci ha travolto,
 in un vortice scomposto
 fatto di tante attenzioni
 e di troppe privazioni,
 per chi come noi
 non può più vivere i tempi suoi.
 Ma chi mai si mette nei panni 
 di chi come me ha sedici anni?
 Spero solo torni il tempo,
 da rivivere contento,
 senza stare più a pensare
 su che cosa si debba fare,
 per scongiurare in sincronia 
 l’acuirsi di questa epidemia. 
Calendario dell’Avvento 21 Dicembre 2020 – πάνδημος
bela me Carara

Cullato dal tempo

di Anonimo del Sublime

Rintocchi precisi e mai in ritardo
se qualche avventuriero passa
per la piazza nell'intercalare di un numero
sorpreso balzerà in aria
scosso nel petto
dalla potenza dei rintocchi,
divertito si guarderà poi attorno
sorridendo ai suoni
conterà febbricitante i tocchi e
si beerà di quei suoni
che gli fanno vibrare il petto e
che risuonano per tutto il corpo.
Felice di questa parentesi
continuerà a vagare
lungo la culla delle Apuane.
Calendario dell’Avvento 20 Dicembre 2020 – εὐδαιμονία